IT
EN

Capizzi 1982

capizzi1982_Gabriele Basilico

Fotografia di    Gabriele Basilico

Lettura Fotografica

1) Analisi Dettagliata dell’Immagine:
La foto raffigura una scena di strada in scala di grigi. Cattura tre bambini, ciascuno impegnato in attività separate, con una serie di ombre imponenti proiettate sulla parete, molto probabilmente da figure non visibili fuori dalla cornice. La parete, contrassegnata dalla lettera “A”, mostra segni di usura e decadimento, aggiungendo texture alla scena. La strada è priva di colore, conferendo un aspetto crudo all’immagine.

2) Interpretazione del Messaggio:
La fotografia potrebbe commentare l’infanzia in un ambiente urbano, dove le grandi ombre potrebbero simboleggiare la presenza o influenza degli adulti o delle strutture sociali che sovrastano l’innocenza dei bambini. Esiste una possibile narrazione sui momenti trascurati di gioco e semplicità in mezzo a una realtà più complessa o più dura.

3) Scelte Tecniche:

– 3a) Luce: La luce sembra essere dura, probabilmente il sole di mezzogiorno, che proietta lunghe ombre nettamente definite sulla parete. Ciò crea un contrasto tra le zone chiare e quelle scure, enfatizzando la divisione dello spazio.

– 3b) Piani Immagine: L’immagine ha un primo piano chiaro con il bambino e il bidone della spazzatura, un piano medio con il bambino in movimento, e uno sfondo con un altro bambino appoggiato alla parete. Questi piani offrono profondità e un senso di scala.

– 3c) Tonalità: Le tonalità in scala di grigi mettono in evidenza l’interazione tra luce e ombra, conferendo alla foto un aspetto ruvido e senza tempo. L’assenza di colore fa concentrare l’attenzione sull’azione e sulle espressioni dei bambini.

– 3d) Inquadratura: L’inquadratura cattura una visione ampia della strada, consentendo alle ombre di allungarsi sulla parete, guida l’occhio del fruitore della foto da sinistra verso destra.

– 3e) Punto di Vista: La foto è scattata da una prospettiva d’osservatore ad un livello leggermente superiore ai bambini, il che pone il fruitore come spettatore della scena.

– 3f) Soggetti: I soggetti principali sono i bambini e le loro attività, mentre i soggetti secondari sono le ombre e la parete testurizzata, entrambi contribuiscono al contesto della scena.

– 3g) Struttura Compositiva: La composizione bilancia i soggetti all’interno del fotogramma, con i bambini distanziati e le ombre che forniscono uno sfondo che lega gli elementi insieme.

– 3h) Dinamicità: C’è una miscela di dinamicità e staticità; il bambino in movimento fornisce un senso di vivacità, mentre i bambini immobili aggiungono un elemento contemplativo o statico alla scena. Le ombre offrono un senso di movimento invisibile fuori dal fotogramma.